Tu sei qui:

DORSALI OCEANICHE



Nella seguente pagina (sezione della rubrica “Equakepedia”) sono elencate e descritte le dorsali oceaniche presenti sul nostro pianeta. Le dorsali oceaniche si originano lungo i margini divergenti presenti tra le placche tettoniche, per via della fuoriuscita di magma che raffreddandosi diventerà nuova crosta oceanica.

dorsali oceaniche

Le principali dorsali oceaniche sono:


  • Dorsale Pacifico – Antartico: considerata la sezione meridionale della Dorsale del Pacifico orientale, si estende dalla Tripla giunzione delle Isole Macquarie alla Challenger Fracture Zone (un' area dell'oceano Pacifico situata a sud dell'Isola di Pasqua).

  • Dorsale del Pacifico orientale: si estende da un punto indefinito presso l’Antartide sino al golfo della California. Essa segna il confine tra la placca pacifica e la Placca di Nazca, tra la placca pacifica e la Placca Cocos, tra la placca pacifica e la piccola Placca Rivera e tra la placca pacifica e la Placca Nordamericana.

  • Dorsale Sudorientale Indiana: si estende dalla tripla giunzione dell’Isola Rodrigues (in cui si incontrano la Placca Somala, la placca antartica e la placca australiana) alla tripla giunzione delle Isole Macquarie.

  • Dorsale Centrale Indiana: si estende dalla Owen fracture zone alla tripla giunzione dell’Isola Rodrigues e segna il confine tra la placca somala e la Placca Indo-Australiana. La sezione nord è nota come Dorsale Carlsberg.

  • Dorsale Sudoccidentale Indiana: si estende dalla tripla giunzione dell’Isola Rodrigues alla tripla giunzione dell’Isola Bouvet (dove si incontrano Placca Africana, placca antartica e Placca Sudamericana. Essa segna il confine tra la placca somala e la placca antartica, e tra la placca africana e la placca antartica.

  • Dorsale Medio – Atlantica: si estende dal Polo Nord all’isola Bouvet. A nord della Dorsale Medio – Atlantica, vi è la Dorsale Gakkel.



Le dorsali oceaniche raggiungono una lunghezza complessiva di circa 40.000 km, e solo la Dorsale Medio – Atlantica risulta la “catena montuosa” più lunga al mondo, grazie agli oltre 15.000 km di lunghezza.
L'elevazione media, rispetto al fondale marino, è di 2000-3000 metri e in alcuni casi (come per la Dorsale Medio – Atlantica ) possono addirittura affiorare fuori dall'acqua.







Dorsale Carlsberg


La Dorsale Carlsberg è un tratto della Dorsale Centrale Indiana. Si estende dalla Owen fracture zone (presente a nord) ad una tripla giunzione (presente a sud) in cui si incontrano la Placca Australiana, la Placca Indiana e la Placca Somala.
La Dorsale Carlsberg è tagliata trasversalmente da numerose faglie trasformi e segna il confine tra la placca somala e la placca indiana. Possono verificarsi eventi sismici molto intensi anche di magnitudo compresa tra il 7.5 e 8.0.




Dorsale Cilena


La Dorsale Cilena separa la Placca di Nazca dalla Placca Antartica e come le lunghe dorsali oceaniche anche essa è tagliata da numerose faglie trasformi.
Essa di estende dalla tripla giunzione cilena in cui si incontrano la placca di Nazca, la placca antartica e la Placca Sudamericana (presente ad ovest) alla tripla giunzione della microplacca Juan Fernandez. In quest’ultimo punto, la dorsale Cilena interseca la Dorsale del Pacifico orientale.




Dorsale dell’Aden


La Dorsale dell’Aden rappresenta il margine divergente che separa la Placca Araba dalla Placca Somala. Si estende dalla Tripla giunzione di Afar (presente ad ovest) alla Owen fracture zone (presente ad ovest). Il segmento più ad est della Dorsale dell’Aden, che per l’appunto termina presso la Owen fracture zone, è la dorsale Sheba. In quest’ultimo tratto è presente la tripla giunzione Aden – Owen – Carlsberg, punto di incontro tra la Dorsale dell’Aden, la Owen fracture zone e la Dorsale Carlsberg.




Dorsale del Mediterraneo


La Dorsale del Mediterraneo non può essere considerata al pari delle altre dorsali oceaniche.
Infatti solitamente le dorsali oceaniche si originano lungo i margini divergenti. Essa si è originata a seguito della costante subduzione della Placca Africana al di sotto della Placca Ellenica. La Fossa ellenica è una prova tangibile di questa subduzione (scivolamento), che ha originato la seguente dorsale e che (se continuerà ancora) in futuro potrebbe innalzarla sempre più fino a diventare una vera e propria catena montuosa.
La dorsale del Mediterraneo si estende dall’area antistante la Faglia trasforme di Cefalonia alle coste orientali della Turchia. L’intera dorsale ha un andamento arcuato e parallelo alla fossa ellenica.




Dorsale Explorer


La Dorsale Explorer segna il confine tra la piccola Placca Explorer e la Placca Pacifica. Essa si è originata per via del margine divergente che allontana costantemente le due placche sopracitate ed è formata da più segmenti. Infatti, come tutte le dorsali oceaniche, anch’essa è tagliata da Faglie trasformi, come ad esempio la Sovanco fracture zone.
Si estende dalla tripla giunzione Queen Charlotte (a nord) dove si incontrano la Faglia Queen Charlotte, la Dorsale Explorer e la Zona di subduzione della Cascadia e termina non appena inizia la Sovanco fracture zone.
La Dorsale Explorer è attiva anche dal punto di vista sismico.




Dorsale Gorda


La Dorsale Gorda si è originata per via del margine divergente che segna il confine tra la Placca Gorda e la Placca Pacifica. La dorsale Gorda è situata innanzi alle coste dell’Oregon e del nord della California, a nord di Capo Mendocino. Essa è delimitata a nord dalla Blanco fracture zone e a sud dalla Faglia Mendocino.




Dorsale Juan de Fuca


La Dorsale Juan de Fuca si è originata per via del margine divergente che segna il confine tra la Placca Juan de Fuca e la Placca Pacifica. La dorsale Juan de Fuca è situata innanzi alle coste dello stato di Washington e della provincia del Columbia Britannica.
Si estende dalla Blanco fracture zone a sud, alla tripla giunzione presente a nord dove incontra la Faglia Nootka e la Sovanco fracture zone.




Dorsale Medio – Atlantica


La Dorsale Medio – Atlantica è una catena montuosa presente nell’oceano atlantico, lunga oltre 15.000 km, che si estende dal Polo Nord all’Isola Bouvet (poco a nord dell’Antartide). Si è formata a seguito della continua fuoriuscita di lava da un lungo margine divergente che segna il confine tra “Placca Euroasiatica e Placca Nordamericana” e tra “Placca Africana e Placca Sudamericana”.

Cosi come tutte le dorsali oceaniche, anche la Dorsale Medio – Atlantica è tagliata da numerose, brevi, faglie trasformi.
La lava fuoriesce dalla spaccatura della crosta oceanica (margine divergente) e si deposita sul fondale marino ad un ritmo tale da far si che il fondale stesso si sollevi di circa 2,5 cm ogni anno. In alcuni punti è riuscita persino ad affiorare fuori dall’acqua (Islanda e Azzorre ad esempio). Nonostante si osservi anche un’intensa attività sismica, lungo l’intera Dorsale Medio – Atlantica (come per la maggior parte delle dorsali oceaniche) difficilmente vengono prodotti eventi sismici aventi una magnitudo maggiore del 7.0°. Un noto tratto della Dorsale Medio – Atlantica è la Dorsale Reykjanes, situata nel sud dell’Islanda.




Fonti


http://en.wikipedia.org/wiki/Carlsberg_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Chile_Rise
http://en.wikipedia.org/wiki/Aden_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Mediterranean_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Explorer_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Juan_de_Fuca_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Mid-Atlantic_Ridge
http://en.wikipedia.org/wiki/Mid_ocean_ridge

Torna su