Tu sei qui:

Vulcano estinto



Un vulcano si definisce estinto quando l'ultima eruzione risale a oltre 10mila anni fa.
I vulcanologi non dichiarano un vulcano estinto finchè, attraverso studi geologici e sismologici, escludono che vi sia ancora una fonte di magma.


Se il vulcano ha eruttato negli ultimi 10.000 anni e nell'area vi sono fenomeni tipici del vulcanismo secondario (fumarole, geyser ecc) il vulcano è detto dormiente o quesciente.


Cosi come nel mondo anche in Italia vi sono molti vulcani estinti, uno tra questi è il Monte Vulture:

vulcano estinto monte vulture
Situato nel nord della Basilicata, raggiunge un altezza di 1327 metri s.l.m. e presenta un enorme cratere occupato da due laghi vulcanici (laghi di Monticchio).


Nel Febbraio 2019 è stato scoperto che il vulcano Bolshaya Udina, ritenuto estinto, sarebbe attivo e pronto ad eruttare in qualsiasi momento.
Ciò in alcuni casi è effettivamente possibile, anche quando l'ultima eruzione è avvenuta oltre 10mila anni fa.
Un lasso di tempo in genere abbastanza lungo che permette ai vulcanologi di affermare, con buona probabilità (ma non con l'assoluta certezza), che il vulcano in questione possa ritenersi estinto.
In alcuni casi però, seppur molto raramente, le camere magmatiche dei vulcani possono iniziare (a distanza di migliaia di anni) un nuovo ciclo di alimentazione.

Uno scenario che è in atto nei pressi di Roma, a qualche chilometro di profondità sotto l'area dei Colli Albani, dove si starebbe accumulando nuovo magma.
Il vulcano dei Colli Albani, la cui ultima attività risale ad oltre 36mila anni fa, perciò non sarebbe estinto e secondo uno studio dell'INGV, Sapienza Università di Roma, Cnr e Università di Madison, entro il prossimo millennio potrebbe addirittura risvegliarsi del tutto !

Ogni settimana eruttano sempre nuovi vulcani ?

Iscriviti gratuitamente e ricevi per email un aggiornamento settimanale sui vulcani attivi del pianeta:


Aggiornamento settimanale


Torna su